venerdì 28 novembre 2014

Brodo vegetale fatto in casa

Ciao a tutti! In questo post vediamo come realizzare in casa il brodo vegetale, un' importante e versatile base per numerose ricette vegan. Semplice, sano ed economico.
Data la sua semplicità, può sembrare banale proporre la ricetta di questo brodo, ma per ottenere un buon brodo vegetale, è necessario seguire alcune piccole, ma preziose regole. ;)
Colgo l'occasione per invitare tutti voi a non utilizzare i dadi o i preparati per brodo vegetale. Quelli a marchio commerciale contengono glutammato monosodico e materie prime scadenti, gli altri contengono molto sale, oli vegetali ed aromi in eccesso, ma soprattutto non conosciamo nè l'origine, nè la qualità dei vegetali utilizzati. Mentre preparandolo in casa abbiamo la garanzia e la sicurezza di ottenere un prodotto sano e fresco.
INGREDIENTI

1 lt di acqua filtrata
1 carota
1 gambo intero di sedano (costa + foglie)
1/2 cipolla
3-4 pomodorini (o 2 pomodori da sugo o 1 cucchiaio di passata di pomodoro)
1/2 ciuffetto di prezzemolo
5-10 gr di sale grosso (a seconda dei gusti)
PROCEDIMENTO

In una capiente pentola poniamo l'acqua fredda, aggiungiamo tutte le verdure precedentemente pulite e tagliate a pezzi grossolani, la cipolla ed il prezzemolo intero. Il sale sarà aggiunto alla fine.
Coprire la pentola con il coperchio e portare a bollore, quindi abbassare la fiamma e far cuocere per circa 30 minuti. Personalmente non faccio cuocere troppo il brodo, perché non ritengo che la cottura prolungata (si parla addirittura di 1 ora e mezza!), aggiunga un particolare aroma al brodo, anzi sfalda e stra cuoce solo le verdure, a mio parere. Aggiungere il sale e terminare la cottura per altri 5 minuti, in modo che si insaporisca. 
A questo punto filtrare il brodo trattenendo le verdure in un colino a maglie fitte, ed ecco pronto il brodo vegetale fatto in casa, ricetta semplice e veloce! ;)

Come detto prima il brodo vegetale rappresenta un'importante base di cucina, soprattutto per quella vegan e si utilizza per realizzare risotti, paste in brodo, ma anche per cuocere cereali, zuppe e verdure, insomma è semplice ma indispensabile!
Si può preparare partendo da verdure fresche, come abbiamo fatto in questa ricetta, oppure possiamo realizzarlo usando gli scarti delle varie verdure. Basterà tenere da parte tutti gli scarti per 2-3 giorni al massimo, quindi preparare il brodo utilizzando lo stesso procedimento. In questo modo ottimizziamo gli ingredienti e diamo "dignitità" a pezzi di verdure che altrimenti andrebbero buttati. 
verdure fresche
scarti di verdure fresche
il mio prezioso aiutante in cucina! ;)
Il brodo vegetale si può conservare ben chiuso in un barattolo di vetro e mantenuto in frigo per 1 settimana. In alternativa si può mettere il brodo in un contenitore per fare i ghiaccioli e porlo in freezer, dove si manterrà per 2 mesi.
Veglife Channel
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...