carciofi alla romana (come pulire i carciofi)

I carciofi alla romana sono un tipico piatto della tradizione laziale, sono facili da preparare e sono ricchi di sapore e gusto. Un contorno semplice e rustico che si sposa benissimo con qualsiasi piatto.

Contenuti

Un capolavoro della natura: il carciofo

I carciofi sono uno dei miei ortaggi preferiti, assomigliano quasi a delle grosse rose, hanno foglie spesse e coriacee e nascondono un cuore tenero. Hanno un sapore delicato ma deciso che conquista sin dal primo boccone. Quando sono di stagione li consumo almeno una volta alla settimana.

I carciofi sono ricchi di ferro e rame, sono drenanti, aiutano ad eliminare le tossine dal corpo e ad abbassare il colesterolo, aiutano la digestione, sono ricchi di fibre e sono protettivi nei confronti del fegato.

Esistono tantissime varietà di carciofi, la varietà che preferisco è quella dei violetti, anche se per fare i carciofi alla romana sono più indicate le mammole, in quanto più tenere e prive di spine.

Un ortaggio tipico della tradizione laziale

I carciofi sono un tipico ortaggio della tradizione culinaria laziale, infatti sono presenti in tantissime varianti: carciofi alla giudia, carciofi trifolati, carciofi imbottiti e naturalmente i carciofi alla romana, uno dei contorni più conosciuti e apprezzati.

I carciofi alla romana sono un contorno semplice e rustico, ma molto saporito, si preparano interi in un tegame con olio, aglio, prezzemolo e mentuccia, erba aromatica che non può assolutamente mancare!

Come pulire i carciofi

Molte persone si scoraggiano quando si parla di carciofi, in quanto sembrano molto complicati da pulire e preparare.

È vero è un ortaggio che richiede un pò di tempo per essere preparato, ma una volta appresa la tecnica giusta per pulirli, ci vogliono pochi minuti.

Di seguito vediamo come pulire i carciofi in modo semplice e veloce, senza utilizzare troppi strumenti e senza il rischio di caparli troppo.

  • Prepara una ciotola con abbondante acqua a temperatura ambiente
  • Acidula l’acqua spremendo all’interno il succo di mezzo limone, questo servirà a non fare annerire i carciofi
  • Indossa un paio di guanti da cucina e inizia a pulire il carciofo eliminando le foglie esterne più coriacee strappandole dal verso opposto rispetto all’attaccatura, fino ad arrivare al cuore del carciofo che ha foglie più chiare e tenere.
  • Pulisci il gambo sfilandolo con uno spelucchino, taglia la punta (di netto o a rosa), rimuovi la parte interna con il fieno (o barba) aiutandoti con uno scavino e immergilo nell’acqua acidulata
  • Lascialo in acqua e limone per 30 minuti prima di cuocerli

Consigli per preparare i carciofi alla romana

  • Prepara sempre una ciotola con acqua acidulata con succo di limone per evitare che i carciofi si anneriscano, i carciofi infatti si ossidano molto facilmente.
  • Usa sempre dei guanti da cucina per lo stesso motivo, ovvero per evitare che le mani si anneriscano durante la pulizia dell’ortaggio.
  • Strofina anche i guanti con un pò di succo di limone per evitare che il carciofo annerisca durante la pulizia.
  • Al posto dello scavino puoi usare un cucchiaino e al posto dello spelucchino un coltello affilato.
  • Lascia in ammollo i carciofi in acqua acidulata per almeno mezz’ora, coprendoli con un paio di fogli di carta da cucina per far rimanere immersi i carciofi in acqua. In questo modo i carciofi saranno più teneri e cuoceranno senza problemi.
  • I carciofi richiedono tanto olio, non lesinare con quest’ultimo.
  • Gli aromi che non possono proprio mancare per preparare i carciofi sono aglio, prezzemolo e mentuccia.
  • I carciofi alla romana si farciscono con un trito di aglio ed erbe, è possibile aggiungere anche del pangrattato, ma è facoltativo.
  • Se ti avanzano puoi riutilizzare i carciofi per fare una pasta (tagliandoli a pezzi), una frittata senza uova oppure un patè, frullandoli e passandoli al setaccio.
  • Una volta cotti sarebbe ideale consumare subito i carciofi, ma se vuoi mantenerli puoi riporli in un barattolo e coprirli con olio e.v.o., questo per evitare la naturale ossidazione dell’ortaggio. Consumali entro 24 ore.
  • I carciofi freschi e di qualità dovrebbero essere sodi e croccanti ed avere pochissimo fieno (o barba) all’interno.

Altre ricette che potrebbero interessarti

Muffins di patate con crema di carciofi

Frittata senza uova perfetta

3 Idee con i finocchi

Verdure gratinate al forno

carciofi alla romana (come pulire i carciofi)

preparazione

20 minuti

tempo totale

50 minuti

Tempo di cottura

30 minuti

Persone

3/6 minuti

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su twitter
Ingredienti

6 carciofi mammole
5 spicchi d’aglio
abbondante olio e.v.o.
una manciata di prezzemolo
una manciata di mentuccia
2 cucchiai di pangrattato senza glutine (facoltativo)
sale fino
pepe (facoltativo)
succo di mezzo limone
acqua o brodo vegetale

Preparazione

Prepara una ciotola con abbondante acqua a temperatura ambiente. Spremici dentro il succo di mezzo limone.

Indossa dei guanti da cucina e strofina la parte interna del limone tra le mani per evitare di far annerire i carciofi durante la pulizia.

Inizia a pulire il carciofo eliminando le foglie esterne più coriacee strappandole con le mani dal verso opposto rispetto all’attaccatura, fino ad arrivare al cuore del carciofo che ha foglie più chiare e tenere.

Pulisci il gambo sfilandolo con uno spelucchino, taglia la punta (di netto o a rosa), apri delicatamente il carciofo e rimuovi la parte interna con il fieno (o barba) aiutandoti con uno scavino e immergilo nell’acqua acidulata.

Ripeti l’operazione anche per i restanti carciofi.

Copri i carciofi con un paio di fogli di carta da cucina in modo da farli rimanere immersi in acqua e lasciali riposare per 30 minuti.

Mentre i carciofi riposano prepara la farcia: trita al coltello un paio di spicchi d’aglio privati del germoglio interno (che potrebbe risultare poco digeribile), il prezzemolo e la mentuccia.

Metti questo trito in una ciotola e aggiungi sale, pangrattato e un paio di cucchiai di olio e.v.o..

Mescola e tieni da parte.

Prepara una casseruola dal diametro piccolo e dai bordi alti, aggiungi abbondante olio e i restanti tre spicchi d’aglio leggermente schiacciati.

Riprendi i carciofi, scolali e asciugali con un panno, riempi ogni carciofo con un cucchiaino abbondante di farcia, chiudi i carciofi sfregandoli tra le mani.

Fai scaldare l’olio con l’aglio per qualche istante, aggiungi i carciofi sistemandoli a testa in giù, fai rosolare per circa un minuto, copri per metà con acqua o brodo vegetale (io riutilizzo l’ acqua acidulata dell’ammollo), copri con il coperchio e porta a bollore.

Abbassa la fiamma al minimo e fai cuocere per 30 minuti.

I carciofi saranno pronti quando risulteranno teneri.

Servi i carciofi alla romana come contorno, completandoli con un pò di mentuccia fresca tritata e un filo l’olio.

Ti è piaciuta questa ricetta?

Se provi questa o qualsiasi altra mia ricetta presente sul blog, fammi sapere che cosa ne pensi lasciandomi un commento!

Condividi la ricetta con tutte le persone a cui potrebbe interessare e taggami su Facebook e Instagram @veglifechannel utilizzando l’hashtag #veglifechannel

Scarica GRATIS
il mio ebook

Le mie ricette salvacena:
Ebook gratuito con 14 ricette facili e veloci ideali per i tuoi pasti quotidiani.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Valeria - Veglife Channel

Valeria - Veglife Channel

Chef e pasticciera di cucina vegetale, condivido ricette 100% vegetali, senza glutine e senza lievito, sane, colorate e golose. La mia missione? Far venire fame alle persone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao sono Valeria,
chef e pasticciera di cucina vegetale

–> continua a leggere la mia storia…

Forse potrebbe interessarti anche:

Shopping Cart
Torna su