Peperoni arrostiti al forno: come arrostire e spellare i peperoni

Ciao a tutti! Sabato sono andata a fare una bella passeggiata fuori porta, strada facendo ho incontrato un contadino che vendeva gli splendidi prodotti del suo orto sul ciglio della strada. Come resistere!?! Ho fatto immediatamente marcia in dietro e mi sono precipitata per fare acquisti. Tutta la frutta e la verdura esposta era biologica e profumatissima. La scelta è stata davvero ardua! Alla fine ho riempito il portabagagli della macchina con cassette di pesche gialle, pesche noci, pomodori a grappolo, peperoni ed una bella treccia d'aglio rosso.
Con questi peperoni carnosi e vibranti e quest' aglio così profumato, ho subito pensato di realizzare dei deliziosi peperoni arrostiti fatti in casa!
I peperoni arrosto sono un'ottimo contorno estivo di verdura, che si prestano benissimo alla realizzazione di primi piatti, bruschette, insalate di riso ecc.. Sono un vero classico della cucina italiana e sono ottimi sia mangiati freddi che appena riscaldati.
La preparazione è un po' laboriosa e l'operazione di spellatura è piuttosto antipatica, ma ne vale la pena, perché sono buonissimi e irresistibili!! Sembrano proprio quelli in barattolo che si acquistano al supermercato, ma ovviamente sono molto più buoni, senza conservanti e più economici!
Vengono generalmente conditi con olio e.v.o., aglio, sale ed altri ingredienti facoltativi, quali erbe aromatiche (prezzemolo, basilico, timo, ecc.), ma anche capperi, olive, aceto di mele, ecc.
Non perdiamo altro tempo e vediamo subito come arrostire e spellare in modo semplice i nostri peperoni.
INGREDIENTI

8 peperoni gialli e rossi
6 spicchi d'aglio rosso
6 cucchiai di olio e.v.o.
sale marino integrale a piacere
una manciata di prezzemolo fresco
qualche rametto di timo (o altra erba aromatica a piacere)

PROCEDIMENTO

Preriscaldiamo il forno a 200-220° (a seconda del forno).
Laviamo perfettamente i peperoni ed asciughiamoli con cura.
Prepariamo una placca rivestita con un foglio di carta da forno. Spennelliamo ogni peperone con un un po' di olio e.v.o. preso dalla dose della ricetta (serviranno circa 2 cucchiai). Quest'operazione è del tutto facoltativa, ma vi assicuro che aiuterà la pelle dei peperoni a scivolare via più facilmente.
Disponiamo i peperoni uno accanto all'altro sulla placca da forno, quindi inforniamoli.
È importante girare regolarmente i peperoni su tutti e quattro i lati, in modo da ottenere una cottura uniforme. Giriamoli dunque ogni 10 minuti. La cottura sarà di circa 40 minuti, verificate se i peperoni sono teneri, inserendo una forchetta nella loro carne. Attenzione anche a non farli bruciare troppo, perché le parti annerite andranno scartate.
Mentre i peperoni cuociono, prepariamo la marinatura. In una terrina di vetro bassa e larga mettiamo i  restanti 4 cucchiai di olio, l'aglio spellato e tagliato a fettine, il sale, il prezzemolo tritato ed il timo, mescoliamo e mettiamo da parte.
A cottura ultimata estrarre la teglia dal forno e trasferire immediatamente in peperoni, con tanto di carta da forno della cottura, in un grosso sacchetto di plastica. Chiudere il sacchetto con un chiudi pacco e lasciar raffreddare i peperoni per circa 1 ora (o fino a completo raffreddamento).
Grazie al vapore intrappolato all'interno del sacchetto la pellicola esterna dei peperoni si staccherà abbastanza facilmente.
Vi sconsiglio di raffreddare e spellare i peperoni sotto un getto d'acqua fredda, in questo modo i peperoni si riempiranno d'ulteriore acqua (infatti molta acqua di vegetazione verrà naturalmente rilasciata dai peperoni durante la cottura), perderanno notevolmente di sapore e la pelle farà più fatica a togliersi.
Adesso arriva la parte meno piacevole.
Una volta freddi, estraiamo un peperone alla volta dal sacchetto (che rimarrà sempre chiuso) e spelliamolo delicatamente, facendo scivolare via la pellicola trasparente che lo riveste. Se le pellicine vi rimangono attaccate alla dita, sciacquatevi le mani, per non fare un pasticcio. Ripulire il peperone anche dai semini e dai filamenti interni. Procediamo in questo modo con tutti i restanti peperoni.
Tagliamo a listarelle grossolane tutti i peperoni e trasferiamoli in un colino a maglie fitte adagiato su una ciotola (per raccogliere il liquido). Lasciamo che i peperoni scolino ulteriormente la loro acqua di vegetazione per almeno un' ora, quindi mettiamoli nella vaschetta con la marinatura preparata in precedenza, mescoliamoli bene per farli insaporire, copriamoli e riponiamoli in frigo a marinare. Potete lasciarli a marinare per almeno un' ora, oppure per una notte intera.
Se la cottura è stata fatta in modo corretto, i vostri peperoni manterranno un bel colore vivace e vibrante, anche dopo la macinatura.
Si conservano in frigo, chiusi in un contenitore ermetico, per 3 giorni, ammesso che vi avanzino ;-P, 
Questi deliziosi peperoni arrosto possono essere impiegati per realizzare gustose bruschette, paste fredde, insalate ricche, insalate di riso o semplicemente dei freschi contorni.
Spero che questo post su come arrostire e spellare i peperoni vi sia stato utile. Buona estate a tutti!
Veglife Channel
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Instagram