sabato 28 febbraio 2015

Come preparare un'ottimo green smoothie

Ciao a tutti! Oggi vediamo come preparare in casa un'ottimo green smoothie, seguendo 4 piccoli accorgimenti.
Il green smoothie, o frullato verde, non è altro che una bevanda dissetante e nutriente, ottenuta frullando frutta fresca con verdura a foglia verde ed un liquido.
Questo tipo di smoothies sono di gran moda, ma sarebbe superficiale ridurli a questo, in quanto sono veri e propri concentrati di vitamine e sali minerali, inoltre ci permettono di consumare grandi quantità di frutta e di verdura, in modo semplice, veloce e gustoso!
Se consumati con regolarità, per colazione o nel pomeriggio, questi frullati disintossicano ed aumentano l' alcalinità dell'organismo. Insomma sono veri e propri alleati della nostra salute!
Per preparare un green smoothie in modo bilanciato e corretto, basterà tenere sempre a mente 4 piccole regole, infatti il green smoothie deve contenere:

1- ortaggi a foglia verde. Ovvero la base di questo frullato. Potete scegliere tra spinaci, bietole, lattuga, cavolo nero, rucola, sedano, prezzemolo, basilico ecc.
Gli spinaci sono i più utilizzati in quanto hanno un sapore abbastanza neutro e poco amaro, si sposano bene con tanti tipi di frutta e si frullano bene, anche con un frullatore poco potente.
La dose varia tra i 40-50 gr.
2- frutta fresca o congelata.
Almeno due tipi diversi. Non possono mancare le banane(fresche o congelate), meglio se mature (sono più dolci), che donano cremosità al frullato, ma potete utilizzare anche mango, ananas, pesche, pere, mele golden, mele verdi, limoni, fragole, frutti di bosco, uva ecc. Dose consigliata 100-200 gr.
3- per frullare meglio gli ingredienti sarà necessario aggiungere un liquido.
Potete scegliere tra: acqua, acqua di cocco, latte vegetale, latte di cocco, latte di mandorle, tè verde o succo di frutta fresco, come quello d'arancia o di mela. Meglio aggiungerlo fresco di frigorifero per rendere il frullato ancora più dissetante.
4- come quarto elemento potete aggiungere un' ingrediente extra a scelta tra:
semi di lino, semi di chia, semi canapa, bacche di goji, datteri, olio di cocco, cannella, vaniglia, cacao in polvere, farina di carrube, proteine in polvere o integratori naturali quali baobab, maca, spirulina, chlorella, ecc.
Questi arricchiranno il frullato in vitamine, minerali, proteine e proprietà antiossidanti.
INGREDIENTI

250 ml di acqua di cocco
40 gr di spinacino
1 banana matura (circa 100 gr)
2 fette di ananas fresca
1 cucchiaino di baobab in polvere

PROCEDIMENTO

In un frullatore versiamo il liquido, generalmente utilizzo del latte di mandorla, ma sta volta ho scelto dell'acqua di cocco, aggiungiamo gli spinaci, chiudiamo con il coperchio e frulliamo per qualche istante.
Aggiungiamo la banana a pezzi (fresca o congelata) e l'ananas.
Frulliamo fino ad ottenere una consistenza liscia e cremosa.
Da ultimo aggiungiamo l'ingrediente extra, io ho scelto del baobab in polvere. Frulliamo nuovamente per qualche secondo, ed ecco pronto il nostro delizioso green smoothie, versiamolo in un bicchierone e beviamolo immediatamente per usufruire appieno di tutte le sue proprietà.
Se proprio volete mantenerlo, ponetelo ben chiuso in frigo e bevetelo entro 12 ore.
NOTE:
Il sapore della verdura viene camuffato perfettamente da quello della frutta dolce utilizzata e vi garantisco che è buonissimo! Io li bevo spesso per colazione o dopo una prestazione sportiva.
Non è necessario aggiungere dolcificanti, in quanto la frutta contiene naturalmente tutti gli ingredienti di cui abbiamo bisogno. Non vi preoccupate per gli zuccheri nella frutta contenuti negli smoothies, in quanto si tratta di zuccheri diversi da quelli dello zucchero raffinato.
Questo frullato è inoltre ricco di fibre e aiuta a mantenerci sazi a lungo.
Sbizzarrivetvi nel creare ogni volta combinazioni di frutta e di verdura diversi, per rendere il vostro frullato sempre originale ed appetibile.
La frutta e la verdura utilizzati devono essere freschissimi, meglio se biologici.
Spero che l'articolo possa esservi stato utile! :-)

LEGGI ANCHE: differenza tra frullati, centrifugati e smoothies
LEGGI ANCHE: i miei 4 centrifugati preferiti

Alla prossima
Veglife Channel
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...